29 Gennaio 2023
News
www.siproject.net

CIRCOLARE SETTIMANALE PER LO STUDIO NUMERO 9 DEL 6 MARZO 2015

06-03-2015 12:58 - Circolari Settimanali
LA SETTIMANA IN BREVE

LE PRINCIPALI NOTIZIE FISCALI DELLA SETTIMANA
Pagina 3

LE SCHEDE INFORMATIVE

LE NOVITÀ DEL DECRETO MILLEPROROGHE CONVERTITO IN LEGGE
Numerose sono state le novità inserite in sede di conversione in legge del Decreto Milleproroghe, ovvero il D.L. n. 192 del 31.12.2014, tra cui la reintroduzione del regime dei minimi per il 2015, la riapertura dei termini per chiedere un nuovo piano di rateazione dei debiti tributari ed il blocco dell´aliquota dei contributi dovuti alla Gestione Separata Inps da parte dei titolari di partita Iva non iscritti ad altra forma di previdenza complementare. Vediamo una sintesi delle novità previste dal Decreto convertito nella Legge n. 11/2015, in vigore dal 1° marzo scorso.
Pagina 5

TASSA ANNUALE VIDIMAZIONE LIBRI SOCIALI 2015 ENTRO IL 16 MARZO
Entro lunedì 16 marzo 2015, le società di capitali devono effettuare il versamento della tassa annuale di concessione governativa per la vidimazione dei libri sociali valida per l´anno 2015.
Pagina 8

PIÙ BASSO L´IMPORTO DETRAIBILE DEI PREMI DI ASSICURAZIONE
Nel modello 730/2015 e UNICO PF/2015 è possibile portare in detrazione le spese sostenute per i premi di assicurazione pagati nell´anno 2014. Tuttavia, occorre considerare che quest´anno il limite di spesa massima su cui applicare la detrazione Irpef del 19% è stato ulteriormente abbassato da € 630 a 530 €.
Pagina 13

AGGIORNAMENTO CONTINUO: IL SAPERE PER FARE

EXPO MILANO 2015: LE AGEVOLAZIONI FISCALI
Nella nostra consueta rubrica di aggiornamento, con una serie di domande e risposte, analizzeremo, le agevolazioni fiscali previste per i soggetti che partecipano all´Expo Milano 2015, l´evento espositivo universale che si terrà da maggio ad ottobre 2015.
Pagina 16

PRASSI DELLA SETTIMANA

CIRCOLARI DELL´AGENZIA DELLE ENTRATE
Una sintesi dei contenuti delle Circolari dell´Agenzia in ordine cronologico
Pagina 21

RISOLUZIONI DELL´AGENZIA DELLE ENTRATE
Una sintesi dei contenuti delle Risoluzioni dell´Agenzia in ordine cronologico
Pagina 21

I COMUNICATI STAMPA DELL´AGENZIA DELLE ENTRATE

Una sintesi dei contenuti dei Comunicati stampa dell´Agenzia in ordine cronologico
Pagina 22

SCADENZARIO

SCADENZARIO DAL 06.03.2015 AL 20.03.2015
Pagina 23

LA SETTIMANA IN BREVE

Amici e Colleghi,

Ben ritrovati! Vediamo quali sono state le principali novità fiscali dell´ultima settimana.

Il Decreto Milleproroghe, ovvero il D.L. n. 192 del 31.12.2014, è stato convertito in legge. Si tratta della Legge n. 11 del 28.02.2015, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28.02.2015 ed entrata in vigore dal 1° marzo scorso. In sede di conversione in legge del decreto, è stato previsto il blocco delle aliquote contributive alla Gestione Separata Inps per il 2015 da parte dei titolari di partita IVA non iscritti ad altra forma previdenziale obbligatoria, sterilizzando l´aumento di tre punti percentuali che sarebbe scattato da quest´anno. Così l´aliquota per il 2015 resterà, per tali soggetti, al 27,72%, per poi salire al 28,72% nel 2016 e arrivare al 29,72% nel 2017. Resta fermo, invece, quanto previsto per gli altri soggetti iscritti alla Gestione Separata, per cui per i non titolari di partita IVA (es. co.co.pro.) resta l´aumento al 30,72% dell´aliquota, mentre per i pensionati o iscritti ad altra forma previdenziale l´aliquota è pari al 23,50%.
Viene, poi, posticipata di un anno, quindi al momento della dichiarazione relativa all´Iva dovuta per il 2016, l´abrogazione della comunicazione annuale dati Iva.
Viene riaperta la possibilità di chiedere un nuovo piano di dilazione dei debiti ad Equitalia per tutti coloro che sono decaduti da un precedente piano di dilazione alla data del 31.12.2014. Il debitore deve presentare un´istanza ad Equitalia entro il 31 luglio 2015.

Lunedì 9 marzo scade il termine per la trasmissione all´Agenzia delle Entrate, da parte dei sostituti d´imposta, direttamente o tramite intermediari abilitati, delle certificazioni uniche dei propri sostituiti. Gli operatori dovranno prestare molta attenzione alle ricevute di avvenuto invio delle Certificazioni Uniche che riceveranno da Entratel e ad i file scartati dal sistema.

Con un avviso del 27 febbraio scorso, il Ministero dello Sviluppo Economico, riprendendo quanto già precisato dal Consiglio direttivo dell´Associazione XBRL Italia del 16 febbraio 2015, ha ribadito e confermato che l´obbligo di deposito dei bilanci interamente con la nuova tassonomia Xbrl (Gazzetta Ufficiale n. 294 del 19 dicembre 2014) decorrerà dal 3 marzo 2015, ma con riferimento ai bilanci di esercizio approvati a partire da tale data e relativi a periodi amministrativi chiusi il 31 dicembre 2014 o successivamente. Pertanto, i bilanci approvati entro il 2 marzo 2015 potranno avere ancora la nota integrativa in formato Pdf, in luogo del linguaggio Xbrl, a prescindere dalla data del deposito, che può avvenire anche in data successiva.

Dopo Svizzera e Liechtenstein, anche il Principato di Monaco ha siglato l´intesa con il fisco italiano per lo scambio di informazioni fiscali e la fine del segreto bancario
. In tal modo, anche il Principato di Monaco esce dalla black list. Per effetto della firma dell´accordo, i contribuenti italiani che prima del 30 settembre faranno rientrare (o riemergere) i capitali custoditi nel Principato aderendo alla voluntary disclosure (legge n. 186/2014), beneficeranno del dimezzamento della prescrizione fiscale, con l´esclusione da eventuali contestazioni per le annualità tra il 2006 ed il 2009, mentre restano scoperte le movimentazioni fatte verso il Principato nel periodo dal 2010 al 2014 ed i rendimenti riscossi nello stesso periodo. Prosegue, nel frattempo, anche l´iter per l´accordo con le Isole Cayman e con la Santa Sede, la quale, pur non presente nelle black list italiane, è considerata «paese non equivalente» da una nota interna della Banca d´Italia sul piano degli standard finanziari.

Al Senato è all´esame il Ddl n. 1747 con il quale si punta, da un lato, ad introdurre pesanti sanzioni per gli esercenti ed i professionisti che non si sono dotati di un dispositivo POS che consenta ai clienti di pagare tramite strumenti di pagamento elettronici (bancomat, carte di credito), secondo quanto stabilito dal D.Lgs. n. 179/2012, dall´altro a premiare chi si è adeguato all´obbligo attraverso una detrazione fiscale del costo percentuale di ciascuna transazione eseguita tramite tale strumento di pagamento.

Un augurio di buon lavoro dalla Redazione

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh


cookie