28 Gennaio 2023
News
www.siproject.net

CIRCOLARE SETTIMANALE PER LO STUDIO NUMERO 30 DEL 31 LUGLIO 2015

31-07-2015 15:53 - Circolari Settimanali
LA SETTIMANA IN BREVE
LE PRINCIPALI NOTIZIE FISCALI DELLA SETTIMANA
Pagina 3

LE SCHEDE INFORMATIVE
770/2015: PROROGA AL 21 SETTEMBRE 2015
E´ giunta anche quest´anno la proroga del modello 770/2015 a settembre. Il termine del 31
luglio è, infatti, rinviato al 21 settembre 2015 dal D.p.c.m. 28.07.2015, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 175 del 30.07.2015. La proroga porta con sé anche i termini per la
trasmissione dei modelli CU non legati al 730 e per il ravvedimento operoso delle ritenute
2014.
Pagina 5

REGIME DEI MINIMI, OPZIONE PER TUTTE LE ATTIVITÀ APERTE NEL 2015
Con la risoluzione 67/E del 23.07.2015 l´Agenzia ha affermato che possono avvalersi del
regime dei minimi (regime di vantaggio per l´imprenditoria giovanile e i lavoratori in
mobilità) anche i contribuenti che hanno iniziato una nuova attività nel 2015, prima
dell´entrata in vigore del Decreto Milleproroghe (Dl n.192/2014) che - in deroga
all´abrogazione prevista dalla Legge di stabilità - ha prorogato questo regime per tutto il
2015. La possibilità resta anche per coloro che non hanno manifestato l´opzione al
momento dell´apertura della partita Iva, in questo sarà possibile darne comunicazione
direttamente in Unico 2016 ed apportare le rettifiche degli eventuali documenti emessi
con Iva entro il 22 agosto o eventualmente entro la liquidazione Iva successiva.
Pagina 7

LE COMUNICAZIONI PREVENTIVE SUL PERIODO D´IMPOSTA 2011
L´Agenzia delle Entrate invierà due nuove tipologie di comunicazioni relative al periodo
d´imposta 2011. Una avente per oggetto il modello IVA 2012, e l´altra il modello 770/2012. Il
contribuente potrà rispondere alla comunicazione fornendo eventuali chiarimenti
aggiuntivi o potrà ravvedersi spontaneamente usufruendo così di una riduzione delle
sanzioni.
Pagina 9

AGGIORNAMENTO CONTINUO: IL SAPERE PER FARE
PRESENTAZIONE DEL MODELLO F24 CON LE ULTIME NOVITÀ
Nella nostra consueta rubrica di aggiornamento, con una serie di domande e risposte,
vediamo le regole per la presentazione del modello F24 (che deve essere presentato
anche se con saldo a zero), alla luce anche delle novità dell´ultimo anno.
Pagina 12

PRASSI DELLA SETTIMANA
LE RISOLUZIONI DELL´AGENZIA DELLE ENTRATE
Una sintesi dei contenuti delle Risoluzioni dell´Agenzia in ordine cronologico
Pagina 20

I COMUNICATI STAMPA DELL´AGENZIA DELLE ENTRATE
Una sintesi dei contenuti dei Comunicati stampa dell´Agenzia in ordine cronologico
Pagina 21

SCADENZARIO
SCADENZARIO DAL 31.07.2015 AL 31.08.2015
Pagina 22

Amici e Colleghi,
Ben ritrovati! Vediamo quali sono state le principali novità fiscali dell´ultima settimana.
Il 28 luglio, il viceministro all´Economia Luigi Casero, nel corso della riunione al Mef con la
commissione Economia e fiscalità del Consiglio nazionale dell´Ordine dei Consulenti del lavoro
per la semplificazione fiscale, aveva assicurato che il ministro dell´Economia, Padoan, ha firmato il
Dpcm di proroga del termine di invio del modello 770/2015
, che poi è stato pubblicato solo ieri
nella Gazzetta Ufficiale n. 175/2015 come D.p.c.m. 28.07.2015. Ci sarà tempo fino al 21 settembre
per la presentazione del modello 770/2015, anziché fino al 31 luglio
. Lo stesso termine del 21
settembre vale, quindi, anche per le certificazioni uniche contenenti esclusivamente redditi non
dichiarabili mediante il modello 730
, avendo le Entrate introdotto il collegamento tra il termine
ultimo per trasmettere tali certificazioni e la scadenza del 770/2015.
E´ stata pubblicata il 29 luglio sul sito dell´Agenzia delle Entrate la bozza di provvedimento
contenente le istruzioni che gli operatori finanziari devono utilizzare per trasmettere alle Entrate le
informazioni previste dall´accordo Fatca
sullo scambio automatico di dati tra Italia e USA
(ratificato con la Legge n. 95/2015). La versione definitiva del provvedimento verrà pubblicata
dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto ministeriale attuativo dell´accordo Fatca.
Sono destinatari della nuova misura le istituzioni finanziarie italiane (Reporting Italian Financial
Institution, Rifi), fatte salve le eccezioni previste dal decreto. Gli operatori finanziari interessati
dall´accordo Fatca dovranno inviare le informazioni sui conti finanziari statunitensi concernenti
l´anno 2014 entro il 31 agosto 2015
, mentre a regime il termine per la trasmissione all´Agenzia delle
Entrate dei dati sarà il 30 aprile dell´anno successivo a quello di riferimento. Sarà poi compito
dell´Agenzia delle Entrate trasmetterle successivamente all´IRS (Internal Revenue Service),
autorità competente USA, nel rispetto degli impegni internazionali.
E´ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 174 del 29 luglio 2015 il Decreto del Ministero
dell´Economia e delle Finanze del 27 maggio 2015
che fissa le regole per la fruizione del credito
d´imposta ricerca e sviluppo
. Il credito d´imposta, quindi, diventa finalmente operativo.
L´agevolazione è fruibile da tutte le imprese senza limiti di fatturato, indipendentemente dalla
forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato.
L´agevolazione fiscale, utilizzabile in compensazione, è pari al 25% delle spese incrementali
sostenute annualmente nel periodo 2015-2019
rispetto alla media realizzata nei tre anni
precedenti. L´aliquota è elevata al 50% per le spese relative all´impiego di personale qualificato
e per quelle relative a contratti di ricerca con università o altri enti equiparati e con start-up
innovative. L´investimento minimo per accedere allo sgravio fiscale è pari a 30.000 euro, mentre il
beneficio massimo annuale è ammesso fino a 5 milioni di euro per ciascun soggetto.
Con comunicato stampa n. 158 del 29 luglio 2015, il Ministero dell´Economia e delle Finanze
ha reso noto che è stato firmato dal Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, e dal
Ministro dell´Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, il decreto di attuazione del cosiddetto
´Patent Box´
, che permette una tassazione agevolata sui redditi derivanti dalle opere di ingegno
(marchi e brevetti)
. Il provvedimento prevede una deduzione dal reddito pari al 30% nel 2015, al
40% nel 2016 ed al 50% nel 2017.
Sono stati approvati lo scorso 26 giugno tre nuovi decreti sull´efficienza energetica degli
edifici
, che sono stati di recente pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 15 luglio 2015. I tre
Decreti introducono importanti novità con riguardo a: le metodologie di calcolo delle prestazioni
energetiche ed alla definizione dei requisiti minimi degli edifici (in vigore a decorrere dal 1°
ottobre 2015); le modalità di compilazione della relazione tecnica di progetto (in vigore a
decorrere dal 16 luglio 2015); l´adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico
del 26 giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici (in vigore a
decorrere dal 1° ottobre 2015).
Un augurio di buone ferie dalla Redazione

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh


cookie